Privacy Policy

Caro Benzina: già dimenticata la promessa del taglio accise?

Spread the love

Con i recenti aumenti del costo del petrolio (il WTI ha toccato la scorsa settimana i 75$ al barile) ed un indebolimento dell’Euro nei confronti del Dollaro, i costi alla benzina sono lievitati. Basti pensare che fino a due settimane fa, il costo di un litro di gasolio era intorno ai 1,349 euro al litro mentre adesso siamo arrivati a circa 1,509 euro al litro, nei distributori più economici. Un peso insopportabile per le aziende di autotrasporto ma anche per le famiglie, considerando che il tutto si traduce con una spesa di circa 10 euro in più per ogni pieno. Al momento il costo del greggio è sceso di oltre dieci dollari ma al momento non si intravedono discese di prezzi a stretto giro. Questo Governo, ed in particolare il ministro Salvini, ha più volte ribadito che non solo verranno bloccate le clausole di salvaguardia con aumento di Iva e accise ma anche che quest’ultime sarebbero state tagliate, soprattutto le più vecchie, nel primo consiglio dei ministri. Ora, qualche giorno fa, su una dichiarazione antecedente all’incarico di Governo del ministro Tria, lui stesso aveva dichiarato come fattibile la Flat Tax e che questa potesse essere finanziata attraverso l’aumento dell’Iva, così da spostare la tassazione ai consumi e ridurla sui redditi. La maggiorante ha immediatamente smentito questa ipotesi, assicurando che le clausole non scatteranno. In tutto questo tuttavia, non si è più ribadito il taglio di vecchie accise. Nè durante il discorso alla Camera ed al Senato il neo-premier Conte ha dichiarato l’intenzione di varare un decreto taglia-accise. Vero che l’idea è all’interno del contratto di Governo siglato da ambe le parti e vero anche che non si tratta di una priorità; tuttavia sarebbe anche una delle misure meno costose rispetto a quelle in campo attualmente. Sembra quindi che il Governo sia momentaneamente afflitto da piccole “amnesie”: prima la Flat Tax che potrebbe essere rimandata ed ora non viene più annunciato a gran voce il taglio delle accise più vecchie… Una dimenticanza che verrà ripresa nel prossimo consiglio dei ministri o che sarà definitivamente abbandonata al dimenticatoio?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *