Privacy Policy

Borsa Italiana: Piazza Affari chiude in rosso ma è la migliore in Europa. Spread scende.

Spread the love

Giornata non troppo bella per la Borsa Italiana. Piazza Affari, il Ftse Mib, ha chiuso in rosso confermando l’andamento della giornata. Milano ha chiuso alla fine con un -0,41% a quota 22.099 punti. Ad un certo punto nel primo pomeriggio aveva provato un recupero che l’aveva riportata sulla parità ma poi sono scattate nuovamente le vendite. La negatività, tuttavia, è più dovuta al contesto internazionale: i dazi di Trump nei confronti della Cina e la forte discesa del petrolio degli ultimi giorni hanno scatenato le vendite sui mercati. Infatti anche il Dax ha perso oltre un punto percentuale, molto peggio che Piazza Affari. In calo anche gli Stati Uniti con l’S&P500 che attualmente sta cedendo lo 0,3%. A pesare a Milano è stato anche lo stacco dei dividendi da parte di alcune società importanti come Poste Italiane e Snam.

Proprio questi ultimi due sono stati i titoli peggiori del paniere con ribassi intorno ai quattro punti percentuali. C’è da dire che Poste staccava un dividendo corposo di oltre 40 centesimi e che quindi la chiusura sarebbe in positivo post cedola. Molto male anche il settore del lusso con Luxottica che ha fatto registrare un -1,7%. Non bene le utilities: A2A ha ceduto quasi un punto percentuale mentre Enel ha perso lo 0,78%. Meglio hanno fatto i titoli bancari che hanno beneficiato dello Spread in restringimento: Intesa ha guadagnato lo 0,24% mentre Unicredit ha guadagnato lo 0,34%. Lo Spread fra Btp e Bund è sceso del 3% a quota 215 punti base mentre il rendimento del Btp italiano decennale si è portato al 2,55%. Ulteriore rafforzamento del cambio euro/dollaro che si è portato a 1,16.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *