Privacy Policy

Ultime Governo, migranti: Italia accoglie cargo danese. Lifeline a Malta?

Spread the love

Inizia a muoversi la situazione riguardante i migranti in attesa di sbarco in porto sicuro e soprattutto quella della Lifeline. Per quanto concerne il cargo danese che da giorni era alle porte di Pozzallo in attesa di poter sbarcare un centinaio di immigrati, alla fine è stata data l’autorizzazione allo sbarco nel nostro Paese. Le situazioni del mare stavano infatti peggiorando ed il sindaco di Pozzallo aveva fatto un appello pubblico e privato al ministro dell’Interno Matteo Salvini affinchè desse l’autorizzazione per ragioni umanitarie. Alla fine vista la situazione delicata Salvini ha deciso di concedere l’autorizzazione. Il sindaco ha ringraziato ed i medici hanno iniziato subito i soccorsi: i passeggeri stanno tutti bene anche se risultano molto provati dal viaggio.

La Lifeline rimane in mare internazionale. Nessuno Stato la vuole accogliere. Macron chiama Malta.

Rimane a questo punto il problema della Lifeline. La nave da quasi una settimana è in acque internazionali fra Malta e la Libia. L’Italia ha dichiarato di non essere disposta ad accoglierla e che se verrà dato il via libera per l’approdo la nave sarà sequestrata e l’equipaggio arrestato. La nave ha provato a chiedere soccorso ad altri Stati quali la Spagna, la Francia, la Germania e l’Olanda ma tutti hanno risposto negativamente o hanno ignorato la chiamata. Si tratta di un momento davvero cruciale con Macron che ha provato a punzecchiare l’Italia con dichiarazioni al limite della decenza ma con una risposta secca da tutta la maggioranza. A questo punto il premier francese ha contattato Malta ed il ministro degli Esteri ha dichiarato che il Paese avrebbe aperto alla possibilità di un approdo nel Paese. Oggi il premier Maltese non ha nè smentito nè confermato: ha dichiarato che l’Europa si sta adoperando per una soluzione. Nel caso comunque la nave approdi a malta, il premier ha dichiarato che saranno avviate delle indagini per verificare l’effettiva illegalità dell’azione svolta dalla nave.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *