Privacy Policy

Borsa Italiana: Piazza Affari male a metà seduta. Spread di nuovo su.

Spread the love

Non riesce ancora una volta a Piazza Affari e alla Borsa Italiana il rimbalzo. Continuano le evidenti difficoltà anche per via delle discese di tutte le borse mondiali per le tensioni commerciali che si stanno formando. Ad inizio seduta il Ftse Mib era riuscito a mostrare un progresso vicino al mezzo punto percentuale ma ha rapidamente invertito la rotta. AL momento Piazza Affari flette dello 0,43% a 21.465 punti, lontanissima dalla soglia dei 24 mila punti di qualche mese fa. Ad andar piuttosto male anche le altre borse europee, comunque, con il Dax che mostra perdite in linea con la Borsa Italiana. Gli operatori sembrano quindi fuggire dal rischio con l’Euro che ha toccato il minimo sul dollaro dal 2016.

In questo contesto pagano dazio STM che sta cedendo quasi tre punti percentuali. Molto male anche Mediobanca che sta perdendo l’1,83%. Molto penalizzata nella giornata odierna anche FCA che mostra un calo dell’1,5%. Non va meglio neanche a Cnh Industrial che cede l’1,7%. In calo anche Enel che si era difesa bene nelle scorse sedute: il titolo cede lo 0,6%. Male anche Telecom Italia che cede lo 0,6%. Riescono a rimbalzare meglio, invece, i titoli bancari principali che però hanno perso oltre il 20% nell’ultimo mese: Intesa Sale dello 0,5% mentre Unicredit guadagna lo 0,9%. In questo contesto lo Spread fra Btp e Bund è in salita e si attesta a 251,7 punti base. Il Wti ha recuperato quota 70$ al barile e l’ha abbondantemente superata.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *