Privacy Policy

Borsa Italiana: inizio da incubo. FtseMib male a metà seduta.

Spread the love

Inizio travagliato per la Borsa Italiana. Piazza Affari ed il Ftse Mib hanno iniziato la sessione con un calo di un punto percentuale fino ad estendere in modo molto rapido i ribassi a due punti percentuali. Attualmente la borsa italiana mostra un ribasso dell’1,42% a quota 21.319 punti. La giornata è attualmente condizionata ancora una volta dalle tensioni commerciali che si stanno generando per via dei dazi di Donald Trump. A questo si aggiunge l’instabilità politica: il Governo tedesco rischia di cadere sulla questione migranti. Il ministro dell’interno ha prima dichiarato di volersi dimettere per poi tornare sui suoi passi dichiarando di voler riflettere ancora un po’. Il rischio a questo punto è di andare ad elezioni anticipate. Per questo motivo il Dax ha aperto peggio della borsa italiana con un -1,3% ma attualmente mostra solo una perdita di circa mezzo punto percentuale.

In questo contesto mostrano una forte debolezza tutti i titoli ma in particolare quelli bancari. Intesa San Paolo, Unicredit, Bper ed Ubi Banca stanno cedendo tutte circa due punti percentuali. Continua il momento molto negativo per Mediaset dopo il downgrade di alcune case d’affari: il titolo ha messo in mostra un ribasso del 4,53%. Pessima giornata per Recordati, invece: il titolo sta facendo segnare un ribasso del 14% non senza polemiche. Il titolo Venerdì quotava oltre 34 euro mentre all’improvviso la famiglia proprietaria ha deciso di vendere il 51% ad un fondo ad un prezzo di 28 euro, ben al di sotto della quotazione di mercato. Una mossa che appare poco trasparente. Unico titolo in verde del paniere principale è Poste Italiane che sale dello 0,5%. Spread fra Btp e Bund in lieve rialzo a 243,3 punti base.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *