Privacy Policy

Borsa Italiana, Piazza Affari apre malissimo. Banche a picco.

Spread the love

Inizio molto negativo per la Borsa Italiana e l’indice principale Ftse Mib. Dopo un’ora dall’inizio delle contrattazioni l’indice sta perdendo più di un punto percentuale. A pesare sono ancora una volta i dazi di Trump con il presidente americano che sembra essere disposto ad imporne di nuovi anche l’Europa se non ritirerà le contro-misure e ha minacciato direttamente l’Harley Davidson che vorrebbe trasferire parte della produzione in Europa per salvaguardare i propri interessi. Trump ha detto che se l’azienda si trasferirà, allora si troverà a pagare le tasse più alte della storia. In questo contesto fanno male anche gli altri indici europei con il Dax che cede lo 0,7% anche se Milano resta la peggiore.

Molto male i titoli bancari che si trovano sul fondo della borsa italiana: Intesa San Paolo cala del 2,7% mentre Unicredit scende del 2,17%. Banco Bpm sta lasciando sul terreno il 2,3%. Molto male anche Leonardo che attualmente mostra una flessione del 2,5%. Male anche Fiat che limita però le perdite ad un -1,5%. Meglio Enel che al momento riesce a rimanere intono al -0,7%. Solo tre titoli del paniere principale attualmente mostrano un segno positivo e sono petroliferi, grazie al Wti che è tornato a 70$ al barile: Saipem sale di tre punti percentuali, Tenaris guadagna oltre il punto percentuale mentre Eni sale dello 0,8%. In rialzo anche lo Spread fra Btp e Bund che si attesta a 261 punti con il rendimento del Btp decennale al 2,92%.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *